Gli errori in fase di progettazione

Uno tra principali errori di un espositore in fiera è quello di non definire nello specifico il messaggio che vuole trasmettere, non consapevole del fatto che si possa comunicare efficacemente al cliente solamente un messaggio alla volta. Basta invece una parola semplice per attirare l’attenzione e creare un angolo di attacco con il visitatore.

Il secondo e ultimo errore è quello di non definire un target di riferimento per i propri prodotti/servizi. Se l’espositore non propone i benefici di ciò che vende al giusto target rischia di passare in secondo piano e di non concludere la possibile vendita.

 

Vuoi aumentare gli accessi al tuo stand? Scegli di renderti maggiormente visibile con un soppalco a noleggio.

Contattaci ora! Email: vendite@logima.it – Tel: +39 045/6020172

Le zone di uno stand, come sfruttarle al meglio

Allestire stand in fiera: 5 consigli fondamentali

  1. La fretta è sempre cattiva consigliera. Inizia a pensare al tuo stand con almeno qualche mese di anticipo, evitando di contattare i fornitori all’ultimo minuto.
  2. Regola per tempo la parte burocratica e legale con l’ente fiera di riferimento e decidi in anticipo la tipologia di stand su cui vuoi puntare (preallestito o non), iniziando a farti un idea generale anche in merito alla gestione delle attività di marketing e vendita che svolgerai;
  3. Richiedi il progetto del tuo stand presso il tuo fornitore di fiducia e prenotalo con anticipo almeno un paio di mesi prima rispetto alla data di inizio della fiera, per dare la possibilità ai tecnici di potervi lavorare meglio analizzando anche la relativa documentazione normativa in merito alla sicurezza all’interno della fiera (comprensiva di certificazioni richieste, etc.);
  4. Cerca di puntare alle tue campagne di marketing in fiera ideando uno stand da “colpo d’occhio immediato” esternando la tua diversità attraverso slogan o messaggi che sappiano colpire istantaneamente il visitatore e che rendano chiara fin da subito la tua offerta. Ricorda inoltre che non tutti i tuoi futuri clienti conoscono il “tecnichese”, quindi cerca di parlare loro utilizzando parole semplici.
  5. E’ altresì importante offrire ai visitatori un “ricordo omaggio” di te, chiedendo loro in cambio un’ iscrizione alla mailing list aziendale o altri dati che ti possano permettere di recuperare il loro contatto una volta terminata la fiera. E’ importante in questo caso, per non rischiare di perdere eventuali contatti in cartaceo (es. biglietti da visita, etc.), di munirsi durante i giorni di fiera di un pc portatile per poter inserire in tempo reale tali dati in un database.